Home / Reggiana News / Campionato / Ternana troppo forte, la Reggiana cede il passo

Ternana troppo forte, la Reggiana cede il passo

[wide][/wide]

Gara vibrante: gli umbri si impongono, ma i granata non hanno sfigurato.
La Reggiana cede il passo alla capolista Ternana, ma lo fa uscendo dal campo a testa altissima. A decidere il match di oggi al “Giglio” i gol di Bernardi al 38′ e Nolè al 91′. Ai granata restano gli applausi, oltre alla convinzione di aver imboccato la strada giusta.
Con Zini squalificato e Mei infortunato, Mangone conferma la difesa delle ultime due uscite con Arati, Aya, Lanna e Sperotto; a centrocampo Alessi fa la mezzala con Calzi e Bovi; in avanti Gurma è affiancato da Esposito e Rossi. La Ternana risponde con un 3-4-3 con Docente riferimento centrale.
La prima occasione è di marca granata con Bovi che fugge sull’out di destra e mette in mezzo per Rossi che anticipa il proprio marcatore ma poi spedisce alto. Con il passare dei minuti però la capolista prende in mano le redini del gioco con buona personalità. Molto sfruttati, in particolare, gli esterni alti Nolè e Sinigaglia che spesso e volentieri mettono in mezzo interessanti traversoni non sfruttati a dovere da Docente. Buona la trama di gioco a marca granata al 15′ con Rossi che serve Bovi il cui cross basso in area trova Gurma che conclude a rete. Bella la parata di Ambrosi.

Rispetto a un mese fa è tutta un’altra squadra quella allenata da Mangone: ben messa in campo, aggressiva, senza timori reverenziali nei confronti del pur forte avversario. La prima frazione se ne va senza particolari emozioni ma a un ritmo davvero elevato, anche troppo agonistico e, di conseguenza, troppo spesso fermato dai fischi di Borriello.

Le foto del match

Al 34′ una veloce ripartenza ospite mette Docente davanti al portiere dopo un rimpallo vinto: Bellucci è semplicemente fantastico nel rispondere presente. La pressione degli umbri torna a farsi sentire e al 36′ Docente manda di poco fuori con un destro a incrociare che fa venire i brividi a Bellucci. Due minuti dopo Sinigaglia va giù in area, ma Borriello fa segno di rialzarsi tra le proteste dei nutrito seguito di tifosi umbri, posizionati proprio dietro alla porta difesa Bellucci. Al 39′ però Arati perde palla al limite dell’area, Sinigaglia mette in mezzo per Docente che difende la sfera, serve Bernardi che tutto solo fa 1-0 a due passi da Bellucci. La Reggiana reagisce comunque subito dopo aver subìto gol: Alessi chiama alla sovrapposizione Rossi che mette in mezzo un pallone d’oro per Esposito che, invece di tirare di prima, sceglie di fare un passo in più e colpire col tacco. L’esperto Ambrosi capisce le intenzioni dell’ex Juve e Ascoli e lo stoppa. Dopo 1′ il direttore di gara manda le squadre negli spogliatoi: buona Reggiana, Ternana però superiore.

La ripresa si apre con un sinistro da fuori di Alessi, che Ambrosi blocca in presa bassa. La prima mossa di Mangone è inserire Viapiana (55′) al posto di Esposito, con Alessi che va a fungere da trequartista alle spalle di Rossi e Gurma. La Ternana subito dopo ha la possibilità di raddoppiare, ma prima Bellucci è bravissimo su Nolè, poi Arati semplicemente fantastico nel respingere sulla linea di testa e a porta vuota il tap-in di Docente. Toscano risponde mandando in campo Dianda per Sinigaglia. Al 61′ i granata si fanno sentire dalle parti di Ambrosi con Rossi che raccoglie un assist aereo di Bovi, ma di sinistro al volo manda fuori. Le squadre si scoprono e in un minuto la Ternana mette due volte un uomo solo davanti a Bellucci: nella prima è bravissimo il portiere a non farsi superare, nella seconda invece è Docente a sprecare una facile occasione.

Mangone: “Fatto tutto quello che si poteva fare”

La partita in questa seconda frazione è più spenta rispetto alla prima, con gli ospiti fisiologicamente più “lunghi” e i padroni di casa meno agguerriti. Per provare a chiudere la contesa Toscano opta per Litteri, che al 71′ prende il posto dell’autore dell’1-0 Bernardi. Mangone risponde subito con Fedi per Rossi. Prima, Alessi e Gurma mandano alto con due conclusioni mancine. A una manciata di minuti dalla fine Mangone scegle come ultimo cambio Iraci, che rileva un generoso Bovi; Toscano, per mettere in ghiaccio il risultato, cambia invece la punta Docente con il difensore De Gioiosa passando a un 4-4-2 con Nolè e Dianda terminali offensivi. Al primo dei 4′ di recupero è proprio Nolè, servito in contropiede, a mettere la parola “fine” alla gara freddando un incolpevole Bellucci per lo 0-2.

Al fischio finale di Borriello la capolista si conferma, quindi, padrona di questo campionato: la Reggiana ha fatto quello che ha potuto, ma oggi gli umbri si sono dimostrati semplicemente più forti. Resta la buona prestazione, ma quella non fa classifica.

Il tabellino
Marcatori: 38′ pt Bernardi. 46′ st Nolè.
REGGIANA (4-3-3): Bellucci; Arati, Lanna, aya, Sperotto; Calzi, Alessi, Bovi (38′ st Iraci); Rossi (31′ st Fedi), Gurma, Esposito (10′ st Viapiana). A disposizione: Silvestri, Bettati, Siragusa, Redzic. Allenatore: Mangone.
TERNANA (3-4-3): Ambrosi; Ferraro, Pisacane, Fazio; Bernardi (26′ st Litteri), Carcuro, Cejas, Gotti; Nolè, Docente (39′ st De Gioiosa), Sinigaglia (13′ st Dianda). A disposizione: Virgili, Fusciello, Camillini. Allenatore: Toscano.
Arbitro: Francesco Borriello di Mantova (Palazzoni e Liberti).
Note: ammoniti Fazio, Bernardi, Calzi, Sperotto, Alessi, Fedi.

Fonte: “reggionline.com”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>