Da non perdere
Home / Amarcord / Quel giorno: 11 luglio 1982, Italia Campione del Mondo

Quel giorno: 11 luglio 1982, Italia Campione del Mondo

Trent’anni fa in Spagna, l’Italia si laureava per la terza volta Campione del Mondo battendo la Germania per 3 a 1.

Riavvolgendo il nastro le sensazioni, per chi le ha vissute quel giorno, sono ancora belle nitide. Come dimenticare la voce di Nando Martellini che snocciola la formazione azzurra? Con l’allora classico “Zoff, Gentile, Cabrini…”. E come dimenticare il rigore fallito da Cabrini che invece di abbattere il morale degli azzurri fu l’elemento scatenante di quella vittoria?
Sono passati trent’anni e quella domenica tinta d’azzurro è ancora lì, come quella piccola bandierina dell’Italia acquistata il mattino in quel di Desenzano del Garda, tra una miriade di Tedeschi festanti che non aspettavano altro che alzare la coppa. Come è ancora lì il ricordo dell’allora presidente della Repubblica Sandro Pertini che, seppur in tribuna, si dimostrò più ultras lui di tanti ragazzi che oggi popolano le curve deserte degli stadi italiani.
Fu un Campionato del mondo strano. Nessuno avrebbe scommesso una lira bucata sugli azzurri, i quali riuscirono a passare il primo turno per il rotto della cuffia, dopo un triplo pareggio con il Perù di Uribe, il Camerun di N’Kono e la Polonia di Boniek. Poi… poi però fu l’apoteosi con una cavalcata inarrestabile fino alla vittoria finale. Annientando due delle nazionali favorite come il Brasile di Zico e Falcao e l’Argentina di Maradona. Fu il mondiale di Dino Zoff quarantenne, di “Pablito” Rossi, di Bruno Conti “il Brasiliano di Nettuno” e di Claudio Gentile (per conferma chiedete a Zico e Maradona…). Senza dimenticare l’urlo di Marco Tardelli dopo il gol in finale contro la Germania di Rummenigge, che tutt’oggi è rimasto il simbolo di quella vittoria.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>